Agosto 2018 – Una settimana a Rodi

Altra vacanza, altra isola! Stavolta è stata la volta di Rodi, la maggiore delle isole dell’arcipelago del Dodecaneso, un’isola meravigliosa, ricca di storia, pittoreschi villaggi e bellissime spiagge, che mi ha “riconciliata” con la Grecia. Ero partita senza molte aspettative perché le tre precedenti esperienze greche (Santorini, Creta e Kos) non mi avevano lasciato un bellissimo ricordo, a causa del vento incessante da mattina a notte (il famigerato meltemi, vento secco e fresco che soffia nell’area del mar Egeo, particolarmente in estate); invece Rodi mi ha piacevolmente sorpesa, invogliandomi a tornare.

Abbiamo soggiornato ad Afandou, presso il Nicolaus Club Dessole Lippia Golf Resort, ottima struttura posta all’interno di un rigoglioso giardino ben curato, proprio di fronte ad uno dei tratti di mare più belli dell’isola : con i suoi 4 km di litorale, Afandou è una delle spiagge più lunghe di Rodi, una lunga striscia semi-deserta e mai affollata di sabbia e ciottoli, che alterna zone attrezzate ad altre libere, bagnata da un favoloso, quanto limpidissimo e calmo mare di color verde-azzurro, con fondali che scendono repentinamente, ideale per lunghe nuotate.

 

Afandou Dista circa 18 km da Rodi, 25km dall’aeroporto e 25 km dal pittoresco paesino di Lindos, dunque è strategicamente ben posizionata per andare alla scoperta dell’isola.

Lindos è il più bel paese di Rodi : un suggestivo villaggio con le tipiche casette bianche (solo bianco però, niente sfumature di quell’azzurro intenso tipico delle Cicladi ), circondato da una stupenda baia a nord e da una spiaggetta a sud e protetto dalla rocca-castello fortificata dai Cavalieri, sulla quale sorgono l’Acropoli e il Tempio dorico di Athena Lindia, risalenti al 300 avanti Cristo e raggiungibili tramite una scalinata di 300 scalini. Se non ce la fate a piedi, è possibile arrivare in cima anche in sella a dei poveri asinelli….. quindi cercate di farcela ! 😉

 

A soli 8 chilometri da Lindos si trova il piccolo e caratteristico paese di Lardos, dove vi consiglio vivamente di spostarvi se volete gustare ottima cucina locale a prezzi decisamente convenienti. Per la bontà delle pietanze e la squisita cortesia dell’anziano proprietario (che fa tutto da solo, apparecchia, sparecchia, serve in tavola, porta i conti,  e si scusa pure per avervi fatto aspettare un po’….) vi consiglio il ristorante SAVVAS.

IMG_20180822_135101

carico di polli “freschi” a Lardos

 

 

Per quanto concerne le spiagge, noi abbiamo “snobbato” la famosissima e consigliatissima Golden Bay, decisamente troppo affollata per i nostri gusti (sarà che eravamo abituati e viziati dalla “nostra” Afandou), preferendo senz’altro la piccola spiaggetta di ciottoli di Haraki, un caratteristico borgo di pescatori, dove per un ombrellone, due lettini, due succhi o due caffè a scelta si paga l’esorbitante 😉 prezzo di 8 euro in totale (alla faccia della Liguria) e ci si riempie gli occhi con questa vista che prezzo non ha 😊  :

IMG_20180822_151109

 

Rodi è stata quindi promossa a pieni voti e anzi, abbiamo deciso che merita senz’altro una visita più approfondita in quanto quest’anno, per vari motivi, non siamo riusciti ad esplorarla come avrebbe meritato;  non è quindi escluso un ritorno a breve, se non proprio qui, sicuramente in qualche altra isoletta dell’arcipelago.

img_20180821_233641.jpg

Annunci

Agosto 2009 – Grecia : Kos

Di ritorno da una settimana a Mallorca (vedere apposito post 😀 ) giusto il tempo di fare un paio di lavatrici, rifare le valigie e a due giorni di distanza siamo di nuovo in partenza : destinazione Kos, nel Dodecaneso, Hotel Marmari Beach, prenotato al costo di 800 Euro a testa, volo + formula all-inclusive.

Appena arrivati una bella sorpresa: a causa di un overbooking veniamo dirottati al Marmari Palace, che è un lussuoso resort (della medesima proprietà) in prima linea sulla splendida spiaggia di sabbia chiara di Marmari, a circa 7 km. di distanza dall’aeroporto, a circa 4 dal carinissimo villaggio di Mastichari e a circa 7 dalla cittadina di Kos.  Giunti a destinazione, la seconda botta di c… ehm….. fortuna : ci viene assegnata una favolosa suite composta da terrazzo, soggiorno, bagno e camera con zona living…. praticamente un appartamento!

Abbiamo noleggiato un quad con il quale abbiamo perlustrato l’isola in lungo e in largo (impresa non difficile, considerando che Kos è lunga circa 50 km e larga 12 😀 ), spingendoci fino all’estremità opposta, all’immacolato paesino di Kefalos.

Anche la cittadina di Kos è molto caratteristica e pittoresca, con la passeggiata sul porto, le classiche viuzze acciottolate piene zeppe di negozietti e ristoranti, il mercato delle spezie e tanti locali dove fermarsi a gustare una birra fresca accompagnati dal concerto improvvisato dei numerosi e bravissimi artisti di strada.

Per chi volesse, inoltre, c’è la possibilità di fare una gita giornaliera in barca a Bodrum, sulla costa Turca a soli 4 km di distanza, per una sessione di shopping sfrenato di abbigliamento di marca ….

Con una sola settimana a disposizione è sicuramente una meta molto consigliata, perché si ha davvero la possibilità di perlustrarla palmo a palmo.

Marmari beach

Marmari beach – sullo sfondo la costa Turca

11

Marmari Palace

Marmari beach

Marmari beach

12

lo spettacolare tramonto a Marmari beach

13

Kefalos

14

Kefalos

15

Kefalos

Kefalos - chiesa ortodossa

Kefalos – chiesa ortodossa